Sound&Music Blog

Recensioni Musica e Componenti Audio

Adem Ilhan “Homesongs”

 

Adem "Home Songs"

 Adem Ilhan da me ascoltato per la prima volta ad un concerto, come supporter di quel “genio” di Howe Gelb è stato da subito una grande scoperta, questo ragazzo di una umiltà disarmante ha ringraziato di persona ogni acquirente del suo nuovo CD presentandosi, proprio come Gelb anni prima, al banchetto del merchandising a fine concerto!

Una simpatica curiosità del concerto è legata al batterista di Adem, una ragazza, che si è presentata sul palco con un trolley della “Samsonite”, pensavamo avesse fretta di ripartire, invece non ci crederete, ma l’ha usato come grancassa. Adem uno dei tre elementi del gruppo di musica post-rock, i Fridge , dove era il bassista, un giorno decide di mettersi alla prova, cambia tutto, stile musicale, gioca a fare il cantautore e ci riesce davvero bene con un sound bellissimo che ti rapisce fin dal primo ascolto.

Il suo folktronic, complesso e semplice allo stesso momento, è da scoprire pezzo dopo pezzo. Un disco la cui registrazione è molto curata e proprio grazie a questo si può apprezzare la semplicità degli strumenti ma allo stesso tempo, la complessità degli intrecci fra questi prima fra tutti “Everything You Need” dove il suono delle corde della sua chitarra sono vive, intimamente graffiate, le melodie sono decorate con armonium, campane e xilofoni antichi.

Le pause lunghe donano un fascino a questo cantautore che sfodera al suo esordio tutto il talento che possiede affascinando l’ascoltatore nota dopo nota.
Struggente “Gone Away… “se non è folk questo, l’uso sublime di piccoli strumenti crea un accompagnamento alla chitarra davvero particolare, una cura del dettaglio fin dalle prime note ascoltato fino ad ora con Damien Rice in “O”.
Ascoltando “Pillow”, mi vien in mente l’album di Bjork “Vespertine”, sono indeciso se pensarla come una delicatissima “ninna nanna“ o una stupenda dichiarazione d’amore.
Il silenzio della notte, ma anche quello di una nevicata, forse non a caso “Pillow” termina con le note…. a voi scoprirlo.
“These Are Your Friends”, TOCCANTE NEL SUO SEMPLICE RITORNELLO “Ognuno ha bisogno di qualche aiuto a volte”, altissimo contenuto di umiltà.
Homesongs è un concentrato di folk-rock inglese che magicamente Adem riesce ad arricchire grazie all’influenza delle sue origini, necessariamente da ascoltare a luce spenta, magari nel silenzio della notte per non perdere ogni più piccolo particolare, per calarsi nell’atmosfera che il disco vuole ricreare, dolci suoni talvolta sussurrati ruotano intorno come un turbinio di emozioni.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 giugno 2010 da in Musica Rock con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: