Sound&Music Blog

Recensioni Musica e Componenti Audio

Continuum – Nik Bärtsch’s Mobile

continuum_nikbartschsmobile

Nik Bärtsch è un pianista/compositore Svizzero, con un passato di studi di conservatorio (anche da percussionista) e universitari, a Zurigo. Una preparazione forte che viene fuori in maniera, oserei dire, prepotente nei suoi lavori. La critica internazionale lo ha già notato per il suo album, Nik Bärtsch’s Ronin Live edito ECM, dove composizioni che richiamano il Jazz più classico si fondono in un ritmo funky dal risultato davvero molto convincente soprattutto per l’amalgama del gruppo. Il suo ultimo lavoro, Continuum edito ECM, è completamente acustico, cambia la formazione, viene aggiunta una sezione ad archi, anche qui si va per “moduli” (il titolo di ogni canzone più uno/due numeri) ma a detta dello stesso autore, proprio il titolo dell’album sta a significare un unico flusso, appunto continuo, di musica. Sono rimasto davvero colpito fin dalle prime note di questo stupendo album soprattutto per aver riconosciuto da subito semplicità e grande attenzione a una sezione ritmica mai predominate ma ben distinguibile che fa da tappeto sonoro. Gli studi come percussionista hanno sicuramente influito, la presenza di una batteria e l’aggiunta di altre percussioni lo dimostrano ma anche l’uso stesso del pianoforte, il martelletto incalzante quasi insistente, le melodie che vengono ripetute strenuamente in ritmi che richiamano alla mente il trance. Il genio di Nik Bärtsch è davvero qualcosa di nuovo nel Jazz Moderno. Un piccolo accenno alla registrazione, ottima è poco, il 3D è notevole e se si osserva la foto della ripresa presente nel booklet ci si ritrova in tutto e per tutto con i piani sonori e gli spazi tra i suoni dei vari strumenti ben delineati.

CONSIGLIATISSIMO!!!!

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 novembre 2016 da in Musica Jazz con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: